Acque Convenzionate

TRATTO CONVENZIONATO FIUME TEVERE PONZANO ROMANO

Si precisa che nel campo gara permanente di Ponzano Romano sul fiume Tevere, è obbligatorio il possesso della tessera FIPSAS nelle giornate di venerdì - sabato - domenica in relazione al calendario gare. Negli altri giorni per pescare è sufficiente la Licenza Governativa in corso di validità.Leggi il REGOLAMENTO.

 

 LA ZRS - NO KILL ANIENE

LA TESSERA FIPSAS DA DIRITTO AD AGEVOLAZIONI

28

La riserva (ZRS1 + ZRS2) si estende dal confine con il comune di Cineto Romano, contrassegnato con apposite paline di inizio ZRS fino alla Diga di San Cosimato sulla statale 5 Tiburtina. Come da Determinazione dirigenziale della Provincia di Roma R.U. 7122 del 14/12/2012 e succ. integrazione del Dipartimento Il tratto in concessione è così suddiviso:


ZRS 1- Tratto a mosca NO KILL Fiume Aniene: è compreso tra la palina di inizio Riserva a monte (foce del fosso Scarpa - Comune di Cineto Romano) sino alla centrale di rilascio di Mandela. Il torrente Licenza rientra nella ZRS1 per un tratto di 150 metri a monte della confluenza con l’Aniene.

ZRS 2 - Tratto tecnica libera con limitazioni (mosca - spinning - esche naturali) NO KILL Fiume Aniene: è compreso tra la centrale di rilascio di Mandela e la Diga di San Cosimato (a valle). Il torrente Fiumicino rientra nella ZRS2 per un tratto di 150 mt a monte della confluenza con l’Aniene. Nella ZRS2 è consentita la cattura di un capo trofeo per ogni pescatore per ogni uscita.  

ZRS 3 - È costituito un sottotratto di divieto assoluto di pesca, della lunghezza di circa 200 metri. Tale tratto di divieto assoluto sarà segnalato attraverso apposite tabelle ed è posizionato dalla diga di San Cosimato (a valle) al confine della zona ZRS 2 (a monte). È fatta salva l’eventuale introduzione di un ulteriore tratto di divieto assoluto di pesca, allo scopo di individuare le migliori condizioni di salvaguardia del materiale ittico stanziale ed immesso.

      

 

LA GESTIONE

La gestione della ZRS è affidata alla Sezione provinciale di Roma FIPSAS  che potrà avvalersi dell'ausilio delle Associazioni affiliate per competenza territoriale. La FIPSAS di Roma dovrà comunicare alla Provincia, di anno in anno, la strutturazione e i sistemi organizzativi e di vigilanza adottati: Associazione competente, vigilanza ittica  abilitata, eventuali variazioni organizzative e di calendario ittico.

La gestione ispirata ad alcuni criteri fondamentali consentirà di raggiungere gli auspicati obiettivi di equilibrio e di auto mantenimento a vantaggio delle specie ittiche.   Il progetto di valorizzazione innestato  nel tratto ZRS del Fiume Aniene tende ad affrontare i conflitti che la tutela e la fruibilità dell'ambiente fluviale possono generare con le attività prettamente economiche. Il progetto dovrà costituire l'occasione per avviare un ciclo di crescita sociale ed ambientale. L'area non dovrà essere vissuta o interpretata come fonte di limitazioni (divieti di pesca, limiti agro-silvopastorali, ecc.) ma dovrà costituire un esempio particolarmente controllato e specializzato di "sviluppo nella tutela", favorendo la composizione delle esigenze apparentemente in conflitto, della crescita socio economica della comunità locale da un lato e della tutela dell'ambiente e del paesaggio dall'altro. L'area protetta e regolamentata per la pesca sportiva (ZRS) deve intendersi come "industria produttrice di ambiente", in grado di creare benefici compensando in parte gli squilibri ambientali preesistenti.   Nel medio-lungo periodo la comunità ittica del tratto fluviale interessato si potrà automantenere, grazie ad una gestione della pesca molto conservativa: pesca a mosca, ami senza ardiglione, catch & release, ed eventuale capo-trofeo. Il riferimento costante per l'aggiornamento delle attività, dei regolamenti e dei calendari della ZRS sarà gestito attraverso uno spazio appositamente dedicato del SITO WEB della Sezione Provinciale FIPSAS di Roma in coordinamento con l'Amministrazione Provinciale. 

DISCIPLINARE 

Come da Determinazione dirigenziale della Provincia di Roma R.U. 7122 del 14/12/2012 e succ. integrazione del Dipartimento Il tratto in concessione è così suddiviso: - ZRS 1 – Tratto a mosca NO KILL Fiume Aniene: è compreso tra la palina di inizio Riserva a monte (foce del fosso Scarpa - Comune di Cineto Romano) sino alla centrale di rilascio di Mandela. Il torrente Licenza rientra nella ZRS1 per un tratto di 150 metri a monte della confluenza con l’Aniene. - ZRS 2 - Tratto tecnica libera con limitazioni (mosca – spinning – esche naturali) NO KILL Fiume Aniene: è compreso tra la centrale di rilascio di Mandela e la Diga di San Cosimato (a valle). Il torrente Fiumicino rientra nella ZRS2 per un tratto di 150 mt a monte della confluenza con l’Aniene. Nella ZRS2 è consentita la cattura di un capo trofeo per ogni pescatore per ogni uscita. - ZRS 3 - È costituito un sottotratto di divieto assoluto di pesca, della lunghezza di circa 200 metri. Tale tratto di divieto assoluto sarà segnalato attraverso apposite tabelle ed è posizionato dalla diga di San Cosimato (a valle) al confine della zona ZRS 2 (a monte). È fatta salva l’eventuale introduzione di un ulteriore tratto di divieto assoluto di pesca, allo scopo di individuare le migliori condizioni di salvaguardia del materiale ittico stanziale ed immesso. art. 2 Nella zona ZRS 1 La pesca è consentita, ai pescatori muniti di licenza, esclusivamente con la mosca finta galleggiante o sommersa, con amo privo di ardiglione o ardiglione schiacciato, lanciata con mulinello da mosca e coda di topo. Nella ZRS 1 è consentito l’utllizzo di massimo due artificiali che siano mosche secche, sommerse, ninfe o streamer. È fatto divieto di utilizzare esche siliconiche, imitazioni dell’uovo di salmone e comunque artificiali che non siano l’imitazione di insetti naturali. La misura massima dell’amo è del n° 8, o comunque non superiore a quella raffigurata sul permesso di pesca. L’attività di pesca può essere esercitata solo da chi è autorizzato, l’autorizzazione dovrà essere esibita al personale di vigilanza. art. 3 Nella zona ZRS 2 La pesca è consentita, ai pescatori muniti di licenza, con le seguenti tecniche: - Con la mosca finta galleggiante o sommersa con amo privo di ardiglione o ardiglione schiacciato e lanciata con mulinello e coda di topo. - A spinning con esche metalliche, minnow o siliconi, con un solo amo o ancoretta singola di misura minima del n°8, comunque privi di ardiglione o con ardiglione reso innocuo mediante schiacciatura o limatura. - Tutti i pesci catturati dovranno essere immediatamente rilasciati evitando loro di arrecare alcun danno. È obbligatorio l‘uso del guadino a maglia fine senza nodi come da successivo art. 7. - Con esche naturali esclusivamente camole e verme. Vige il divieto assoluto di pasturazione, d’uso e detenzione della larva di mosca carnaria (bigattino o cagnotto). Deve essere utilizzato un solo amo senza ardiglione (se schiacciato non deve emergere dalla sezione del gambo). La slamatura dei pesci va effettuata in acqua e con mani bagnate. All’atto del rilascio dei pesci, qualora gli stessi non presentassero l’amo sull’apparato boccale, dovranno essere liberati recidendo il filo all’esterno dell’apparato boccale stesso - Nella ZRS 2 è consentito trattenere un capo trofeo per ogni singola uscita di lunghezza non inferiore a 45 cm. art. 4 Nelle zone ZRS 1 e ZRS 2, oltre alla Licenza di pesca, i pescatori dovranno munirsi alternativamente di: - Apposito permesso giornaliero del costo di € 15,00. I minori di 14 anni accompagnati da persona maggiorenne in possesso di licenza e permesso, hanno diritto al permesso giornaliero gratuito. - Carnet di 10 permessi, da utilizzare nell’anno del rilascio, al costo fissato per il primo anno in euro 85,00, ridotto ad euro 65,00 per i soli residenti nella Provincia di Roma. - Libretto annuale senza limite di uscite al costo fissato per il primo anno in euro 130,00 ridotto ad euro 100,00 per i soli residenti nella Provincia di Roma. - CON IL PERMESSO GIORNALIERO (azzurro)“FLY NO KILL” SI PUÒ PESCARE NELLE ZRS1 E ZRS2 - CON IL PERMESSO GIORNALIERO (verde)“CAPO TROFEO” SI PUÒ PESCARE NELLA ZRS2 - CON IL CARNET DA 10 USCITE (azzurro)“FLY NO KILL” SI PUÒ PESCARE NELLE ZRS1 E ZRS2 - CON IL CARNET DA 10 USCITE (verde)“CAPO TROFEO” SI PUÒ PESCARE NELLA ZRS2 - CON IL PERMESSO ANNUALE (azzurro)“FLY NO KILL” SI PUÒ PESCARE NELLE ZRS1 E ZRS2 - CON IL PERMESSO ANNUALE (verde)“CAPO TROFEO” SI PUÒ PESCARE NELLA ZRS2.

L’incremento dei costi dei permessi per gli anni successivi al primo, dovrà essere contenuto nel limite del 10% anno. Sono fatte salve le agevolazioni per i pescatori residenti nei comuni ricadenti nella ZRS e per i pescatori tesserati FIPSAS.

art. 5 Il piano di gestione annuale, sottoposto all’approvazione dell’Amministrazione Provinciale, dovrà indicare i tempi annuali e giornalieri di pesca, le specie oggetto di pesca e quanto altro, compresi i ripopolamenti, necessari alla gestione.

art. 6 Nelle zone ZRS 1 e ZRS 2, al fine di salvaguardare l’ecosistema fluviale è vietato inoltrarsi nell’acqua dove la profondità superi ml 1,00. In ogni caso è vietato eseguire l’azione di pesca spostandosi direttamente nell’alveo fluviale e per cambiare postazione è obbligatorio uscire dall’acqua e spostarsi lungo sponda.

art. 7 Nelle zone ZRS 1 e ZRS 2, Il pescatore ha l’obbligo di reimmetere in acqua il pesce immediatamente dopo la cattura. La slamatura deve avvenire con mano bagnata. È obbligatorio l’uso del guadino con rete a maglia senza nodi.

art. 8 Nelle zone ZRS 1 e ZRS 2 sono interdette all’esercizio della pesca dalle 19,00 della prima domenica di ottobre alle ore 6,00 dell'ultima domenica di febbraio. Anche i torrenti Fiumicino e Licenza sono interdetti alla pesca nei medesimi periodi. Di anno in anno potranno essere decisi periodi di chiusura diversi in relazione all’idoneità dello stato delle acque e all’eventuale rilevamento dei periodi effettivi di frega.

art. 9 L’acquisizione del permesso di pesca determina l’accettazione del presente regolamento. I permessi alla fine della giornata di pesca dovranno essere restituiti, compilati in ogni loro parte e depositati negli appositi contenitori. Il libretto annuale dovrà essere compilato in ogni sua parte ai fini delle verifiche statistico-ambientali e restituito a fine stagione per il rilascio del successivo.

art. 10 Le infrazioni al presente regolamento sono sanzionate ai sensi della L.R. 07 Dicembre 1990, n. 87 e succ. La FIPSAS di Roma e gli incaricati della gestione si riservano inoltre la facoltà di agire per danni nei confronti di particolari infrazioni. Saranno stabilite di concerto con l’Amministrazione Provinciale le sanzioni per le contravvenzioni al presente regolamento speciale che non rientrano tra quelle già previste dalla L.R. 87/90 e succ.

art. 11 Il pescatore che esercita la pesca nelle ZRS – No Kill Aniene, esonera la FIPSAS di Roma, La Provincia di Roma e la gestione da qualsiasi responsabilità per danni o sinistri che dovessero verificarsi nell’esercizio dell’attività.

Titolo Autore Visite
REGOLAMENTO PESCA PONZANO ROMANO Scritto da Redazione 1505
Visualizza n.